La Commissione è decisa a limitare l’accesso dei paesi terzi ai programmi R&I europei se non è garantita la libertà accademica e la tutela della proprietà intellettuale